Ricci: "Libero di lavorare ovunque"

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FaceboolTwitter
giuggyna
00Friday, March 27, 2009 6:47 PM
A Striscia tornano Ficarra e Picone
Ci saranno ancora i comici Ficarra e Picone a condurre Striscia la Notizia fino alla conclusione della stagione. I due attori si siederanno dietro la scrivania del tg satirico di Antonio Ricci dal 30 marzo, sostituendo Ezio Greggio e Michelle Hunziker. ''Entriamo in Striscia in punta di piedi", hanno detto i due conduttori durante la presentazione milanese del programma, "Noi siamo al servizio del programma''.



Con loro naturalmente c'erano anche Antonio Ricci, autore, ideatore des ex machina del tg satirico (che ha avuto una media di ascolti,dal 22 settembre 2009, di 7.582.000 spettatori con uno share del 27,3%) e le veline Federica Nargi e Costanza Caracciolo. Ed è stato proprio Ricci, in vena di chiacchiere come accade spesso durante le presentazioni dei sui programmi, che ha toccato i temi più caldi del mondo televisivo di questi ultimi giorni. A partire proprio da Mike Bongiorno e da Fiorello. Ecco cosa ha detto.



Mike Bongiorno
"La scelta di Mike Bongiorno di intraprendere una collaborazione con Sky è più che comprensibile per un personaggio come lui. Povero Mike alla fine dei conti per lui è un bene. Da Mediaset poteva ormai aspettarsi che gli sistemassero una stupenda panchina ai giardini, così invece è di nuovo vivificato''.

Fiorello
"Geniale la scelta di Fiorello di passare a Sky. La schiavitù dell'auditel porta alla situazione in cui uno non si diverte più. E il fatto di non essere piu' obbligato a ripercorrere sempre certi schemi, lo aiuterà ad essere tranquillo per creare. Una cosa per cui ci vuole del tempo che la televisione generalista concede raramente. E poi Fiorello aveva già tentato di trovarsi un angolo adatto in tv quando si era infilato in una terra di nessuno tra tg e inizio di Striscia (con Viva Radio 2... minuti su Raiuno ndr)".

Enrico Mentana
''Qualunque cosa sia successo, parliamo di un personaggio di una tale forza, di una intelligenza talmente vivace che nessuna azienda ci può rinunciare in modo tanto tranquillo''.

Piero Chiambretti
"Aver chiamato Piero Chiambretti in Mediaset è stata un'operazione intelligente, anche da parte sua. Chiambretti, però si è cercato una posizione nel palinsesto che lo mette al sicuro. Forse quando si sentirà più sicuro cambierà orario nel palinsesto".

Contratto Mediaset
''Io non ho un contratto di esclusiva, potrei tranquillamente fare programmi per Shy, Rai, e La7. In passato ho gia' lavorato per altre tv e non essendo io un personaggio che ci mette la faccia, per me il problema non esiste''

Auditel
" Possiamo solo immaginare degli scenari e grandi difficoltà per l'Auditel che funziona solo sui grandi numeri e invece ci sarà una frammentazione di tanti canali. Tra un po' la tv cambierà completamente anche se nessuno di noi è in grado di dire come e quanto. Fare previsioni è difficil. Quando ci saranno nuove pittaforme non si riuscirà a capire chi fa veramente ascolti. Anche se può darsi che, dopo la curiosità per tutti questi canali, si tornerà a gurdare sempre i soliti che magari nel frattempo si saranno ristrutturati. Il problema principale, comunque sarà solo quello dei contenuti. Si aprirà un mercato perché i tantissimi canali andranno riempiti e io che i contenuti li produco, lo vedo come un momento positivo. Il problema semmai sarà se la contenutistica italiana riuscirà a tenere il mercato o se saremo invasi da telefilm americani".
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:53 AM.
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com